Daily Archives: 31 December 2018

[Pronti al cambio di paradigma? - Il MISE ufficializza gli esperti Blockchain]

Su quali pilastri si basa la tecnologia Blockchain?

  1. Decentralizzazione
  2. Trasparenza
  3. Sicurezza
  4. Immutabilità
  5. Consenso

Questi concetti, attualmente, non appartengono pienamente ai paradigmi su cui è fondato il nostro impianto normativo (o il nostro sistema finanziario), e la sfida più grande per usufruire appieno della tecnologia blockchain, sarà quella di creare una nuova base per un nuovo sistema di norme ispirate a principi che oggi non sono ancora contemplati.

La comprensione dei vantaggi che possono derivare dall’eliminazione degli intermediari in molti settori della burocrazia e della finanza, così come nelle vendite e nell’internet delle cose (IOT), in un ecosistema che offre certezze e sicurezza, darà progressivamente manforte a nuove impostazioni di business e di norme, per favorire ottimizzazioni ed efficientamenti nei processi.

Il 27 settembre 2018 il Governo ha firmato l’adesione dell’Italia alla Blockchain Partnership. L’Europa intende giocare un ruolo di primo piano nello sviluppo delle tecnologie blockchain. Ventuno paesi dell’Unione (Austria, Belgio, Bulgaria, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Svezia) e la Norvegia hanno già sottoscritto gli impegni della cd “European Blockchain Partnership” in occasione del Digital Day 2. In seguito si sono poi uniti Grecia, Romania, Danimarca e Cipro.

Il 28 settembre 2018 il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un “Avviso pubblico per la manifestazione di interesse per la selezione di 30 componenti del Gruppo di esperti di alto livello per l’elaborazione della strategia nazionale sulle tecnologie basate su registri distribuiti e blockchain”.

Il MISE ritiene priorità fondamentale per il nostro Paese conoscere, approfondire e affrontare il tema delle distributed ledger technologies (DLT) e della blockchain, nonché aumentare gli investimenti pubblici e privati in tale direzione e nelle tecnologie strettamente connesse alle stesse, come già espresso nelle linee programmatiche presentate dal Ministro.

Il 21 dicembre 2018 sul sito del MISE viene pubblicato l’elenco degli esperti blockchain prescelti: Giorgio Angiolini, Marcella Atzori, Tamara Belardi, Francesco Bruschi, Stefano Capaccioli, Massimo Chiriatti, Monica Cirillo, Gianluca Comandini, Mauro Conti, Ernesto Damiani, Vincenzo Di Nicola, Stefano Epifani, Fernanda Faini, Luigi Gabriele, Massimo Giuliano, Lorenzo Giustozzi, Renato Grottola, Fabio Lecca, Aldo Peter Lo Castro, Giuseppe Mauri, Marco Monaco, Gian Domenico Mosco, Michele Nastri, Gilberto Nava, Martino Maurizio Pimpinella, Laura Emilia Maria Ricci, Salvatore Fulvio Sarzana, Massimo Savioli, Federico Tenga e Marco Vitale.

Citando le parole del MISE, la tecnologia blockchain sta già entrando nella vita quotidiana di cittadini e imprese, solo per citare alcuni esempi, nella gestione dello scambio di energia, della logistica, la tutela dei dati personali, sanitari e della proprietà intellettuale, sicurezza dei registri pubblici come catasto o anagrafe.

Altri settori, come ad esempio quello assicurativo, della musica online, del supply chain management, della compravendita immobiliare e della beneficenza stanno già sperimentando l’utilità offerta dalla blockchain, e ci auguriamo di riscontrare presto anche nel nostro paese i benefici offerti da questa tecnologia.

Grazie per la lettura. Contattateci senza alcun impegno per maggiori approfondimenti. G3 Consulenza